Kelly Brush Antitartaro per Cane
Kelly Brush Antitartaro per Cane Visualizza a schermo intero

  • S
  • M
  • L
  • XL

97 Articoli disponibili

10,70 €

Questo prodotto vale 21 punti fedeltà

Kelly Brush Antitartaro per Cane

Kelly Brush
KELLYBR01

Spugna antitartaro monouso per pulire denti e gengive del cane con un semplice massaggio. Si tratta dunque di un articolo per cani che permette di favorire una corretta igiene orale.*

*guanti e dentificrio non in dotazione.

Maggiori dettagli


  • Made in Italy

Indice qualitativo Rapporto qualità prezzo

Kelly Brush Antitartaro è un innovativo sistema che permette di prevenire ed eliminare il tartaro dai denti del cane. Si tratta di una spugna abrasiva che va incollata, grazie all’apposita superficie adesiva, ad un guanto di lattice in corrispondenza del polpastrello del pollice e dell’indice. In questo modo si formano due aree di sfregamento, che fatte aderire all’arcata dei denti mascellari e mandibolari, producono un’igiene rapida ed accurata di tutti i denti esercitando semplicemente movimenti rotatori e movimenti verticali dall’alto verso il basso.

Mantenere una corretta igiene orale è fondamentale non solo per l’uomo ma anche per i nostri amici a quattro zampe. L’insorgenza di placca e tartaro, infatti, può portare alla comparsa di malattie a denti e gengive come la paradontite. Si tratta di un’infiammazione che determina, con la comparsa di tasche gengivali ed ossee, una mobilità dei denti fino alla loro caduta.

La fasi evolutive di questa malattia possono essere riassunte in sei semplici sintomi quali

  1. Sanguinamento delle gengive
  2. Alitosi con Aumento di Salivazione
  3. Mobilità di alcuni Denti
  4. Ascessi Dolorosi con Difficoltà Masticatorie
  5. Perdita di Denti
  6. Stato di Prostrazione del Cane per Probabile Febbre da Disseminazione Batterica nel Sangue

Poiché la parodontosi nel cane può provocare serie malattie, i veterinari spesso devono praticare detartrasi in anestesia totale. In questo senso Kelly Brush è dunque un prezioso alleato per tutelare la salute dei nostri amici a quattro zampe facendo prevenzione.

Lo spazzolamento con la spugna abrasiva va fatto con la mandibola del cane chiusa tenendo l’indice e il pollice fra denti e guance. La frequenza della pulizia orale settimanale dipenderà dal grado di accumulo di placca o tartaro sui denti.

Come si usa Kelly Brush

01
Quando il cane non è ancora abituato allo spazzolamento dei denti: indossare i guanti della giusta misura, ben aderenti alle dita, poi spalmare sull’indice un pò di dentifricio per cani (il dentifricio contiene enzimi che sciolgono tartaro e placca).
Far leccare il dito al cane cercando di individuare il dentifricio col sapore a lui più gradito e ripetere l’operazione per 4-5 giorni.

02
Dopo questo periodo di semplice assaggio del dentifricio, alzare le labbra del cane nella parte posteriore, cioè lontano dal naso, e sempre con le dita guantate spalmate di dentifricio, procedere ad un semplice massaggio per alcuni minuti su denti e gengive per almeno 2-3 giorni consecutivi, poggiando contemporaneamente la mano sinistra dietro la testa del vostro cane.

03
Dopo 7-8 giorni di questi primi approcci, staccare la carta dalle spugne KELLY BRUSH e incollarle su pollice e indice, partendo dalla metà delle unghie delle dita o sul bastoncino.

04
Applicare quindi il dentifricio sulle spugne dopo averle bagnate, ed entrare nella bocca del cane partendo sempre dalla parte posteriore, mantenendo la mandibola chiusa a denti stretti e con le dita del padrone poste tra i denti e le guance del cane.

05
All’inizio massaggiare delicatamente i denti, specialmente se le gengive sono irritate, con andamento antero posteriore e su e giù, premendo la mano sinistra dietro la testa del cane per tenerla più ferma, ma senza forzare troppo. Intorno ai canini compiere movimenti di rotazione alla base degli stessi. Bisogna considerare che tartaro e placca si depositano prevalentemente all’esterno dei denti dei cani, in quanto all’interno la lingua con i suoi movimenti li mantiene più puliti.

06
Quando il cane comincia a gradire lo spazzolamento, ci si può spingere più profondamente verso i molari, nell’angolo della mandibola, facendo però attenzione a non stimolargli conati di vomito.

07
Pulire gli incisivi superiori e inferiori per ultimi perché sono i denti più sensibili.

08
Dopo lo spazzolamento premere la spugna su carta assorbente bianca: se ci sono tracce di sangue continuare l’igiene per altri giorni di seguito e se il sanguinamento non cessa, portare il cane dal veterinario.

09
Non bisogna mai usare lo stesso guanto su diversi cani per evitare possibili contagi fra i vari soggetti.

10
È importante premiare sempre il cane dopo la pulizia orale con un boccone di cibo secco di cui lui sia ghiotto.

11
Alla fine sfilare il guanto e gettarlo nei rifiuti poiché le spugne, dopo l’uso, saranno piene di batteri patogeni.

*guanti e dentificrio non in dotazione.

  • Tipo alimento Prodotto Italiano
Prodotto aggiunto al carrello
Prezzo:
Quantità: